Dove Siamo

Location


Ristorante di pesce a Cavernago in provincia di Bergamo.
A pochi chilometri da Bergamo e da Milano, facile da raggiungere in autostrada, location elegante e discreta propone un'atmosfera tranquilla, lontano dai ritmi cittadini.


Map


Il Saraceno
Piazza Don Luigi Verdelli, 2 24050 Cavernago (BG)

To see & to do

  Richiedi Informazioni - Parco regionale dei Colli di Bergamo
  Richiedi Informazioni - Il Castello di Malpaga
  Richiedi Informazioni - Castello Martinengo Colleoni
  Richiedi Informazioni - Bergamo Città Alta


To Visit


Il Castello di Cavernago

Situato al centro tra le province di Milano, Bergamo e Brescia il castello risale al 1243 e nel 1470 venne venduto dai Canonici al celebre condottiero Bartolomeo Colleoni, che aggiunse diverse modifiche. Alla sua morte il feudo di Cavernago e il relativo castello passarono nelle mani di Gherardo Martinengo-Colleoni marito di Ursina, una delle figlie del condottiero. La costruzione attuale risale al '600 ed è caratterizzata dallo stile barocco e da un grande cortile con doppio loggiata. L'edificio a pianta quadrata, è privo di merlatura e di camminamenti di ronda, elementi che lasciano intuire che non si tratta di una fortezza militare, come per esempio il vicino castello di Malpaga, che invece fu concepito come residenza familiare, in modo da garantire tutti gli agi che si addicevano ad una famiglia nobile. Il castello era dotato anche di un ponte levatoio, di un fossato, ora privo d'acqua, di un pozzo centrale, e di un immenso giardino. Il castello dopo esser stato acquistato dai conti Giovannelli ora è di proprietà di un erede del principe Gonzaga di Vescovato.

Il castello di Malpaga

L’antico Borgo medievale di Malpaga, circondato da distese di campi agricoli, è un vero e proprio esempio di villaggio ecologico autosostenibile, che produce in maniera autonoma energia elettrica e acqua calda per il proprio fabbisogno. Bartolomeo Colleoni acquistò nel 1456, dal Comune di Bergamo, il castello diroccato di Malpaga con l'intenzione di farne la propria residenza e il centro del suo dominio. Così lo ristrutturò e lo trasformò rendendolo una fortezza inespugnabile, sede per i suoi soldati e magnifica residenza, corte principesca che testimoniava il suo successo socio-militare, e allo tempo stesso un buen ritiro per gli anni del tramonto.

Parco regionale dei Colli di Bergamo

Il Parco regionale dei Colli di Bergamo è un’area naturale protetta che racchiude bellezze sia naturali che architettoniche di grande valore e bellezza, quali il nucleo storico di Città Alta. Un ecosistema perfetto tra i due corsi d’acqua del Brembo e del Serio, che si estende su dieci comuni e occupa una superficie molto vasta e variegata, dove si alternano uliveti, vigneti e boschi di castagno. Al suo interno si trova il Castello di San Vigilio e l’orto botanico, oltre a una notevole pista ciclopedonale immersa nel verde e parecchi agriturismi per degustare i prodotti genuini del territorio.

Bergamo Città Alta patrimonio UNESCO

La Città Alta di Bergamo, risale al Medioevo ed è ancora racchiusa nelle mura venete, patrimonio dell'umanità UNESCO, frutto della lunga dominazione di Venezia. Tale suddivisione ha origini antichissime, nel periodo romano, quando il nucleo cittadino alto veniva chiamato Civitas, mentre le parte bassa veniva definita Suburbia.
La posizione strategica della Città Alta le dona anche un fascino particolare, con i suoi edifici in pietra che si inseriscono perfettamente nel contesto ambientale circostante.
Nella Città Alta sono concentrate tutte le attrazioni monumentali di Bergamo, di spiccato interesse turistico e architettonico.
Contatti Il Saraceno